Gioielli religiosi. Quando le gioie superano l’estetica.

Ciao a tutti,
ultimamente, per via del mio lavoro, mi soffermo spesso a pensare a come i gioielli abbiano significati diversi per ognuno di noi. Vedi l’ultimo post che ho scritto.

Molte persone non li usano, perché li trovano scomodi, altri perché sono frivoli, o li trovano inutili. C’è chi indossa sempre gli stessi per pigrizia nel cambiarli (io ad esempio non mi trucco quasi mai per non dovermi struccare la sera. Lo so non vale lo stesso! eh eh eh) o per affezione, l’anello della nonna, il ciondolo del fidanzato. Insomma, i gioielli hanno davvero un valore e un significato diverso per ogni persona.
Io personalmente ne apprezzo la bellezza e l’originalità, e li trovo un ottimo accessorio che completa un outfit. Altre persone li amano per il mero valore economico, alcune gazze ladre ne amano lo splendore oppure il significato sociale, che fa pensare che se hai gioielli sei una persona di valore.
Quindi capiamo che alcuni gioielli rappresentano degli status symbol mentre altri sono dei SIMBOLI veri e propri come ad esempio la CORONA e lo SCETTRO per un re, il PASTORALE per il Papa, o la croce per un cristiano. Continua a leggere

Annunci

Fluire verso l’Avventura.

Il 2017 per tanti di noi è stato l’anno della resistenza, della resilienza anzi, del prendere botte e rialzarsi, questo l’ho sentito un po’ ovunque e un po’ da chiunque. Alla fine nel 2017 sono arrivati dei guerrieri, dei sopravvissuti, consapevoli della loro forza e pronti a tuffarsi nell’ignoto del nuovo anno.

Quando stavo preparando la pianificazione del 2018, a fine anno, ho fatto un giro di carte (non tarocchi ma carte di ispirazione), per ogni mese una parola, gennaio è uscito AVVENTURA. Continua a leggere

Lasciare Spazio per Fluire. Invece dei buoni propositi assecondo gli eventi.

Cari amici,
ho concluso il 2017 con un post che tirava un po’ le somme su quello che era successo nel corso dell’anno. Siccome la parola dell’anno, SPAZIO, aveva avuto grande influenza su di me mi è sembrato giusto parlarne. Nelle prime settimane di dicembre ho lavorato alla parola per il 2018, non senza timore, e con grandi dubbi. Anche perché, ovviamente ho fatto da alcuni mesi i miei progetti per quest’anno, ma sappiamo tutti che le cose non sempre vanno come vorremmo. Continua a leggere

Vigilia di qualcosa di nuovo. Ricomincio da tre.

Cari amici, ci siamo. Mancano poche ore e salteremo nel 2018. Ci sarà la valanga di oroscopi e di predizioni, di riepiloghi di tutto quello che è successo e di quello che succederà. La lista dei buoni propositi e i baci a mezzanotte. Ci sarà tutto questo o forse non per tutti.

Cosa sarà il 2018 per me? Non lo so, come nessuno di noi può saperlo, però so cosa ho imparato nel 2017 e questo si mi servirà nel nuovo anno. Torniamo all’inizio dell’anno per un minuto, il 9 gennaio vi parlavo della mia parola dell’anno e mentre scrivevo quelle cose non mi aspettavo davvero cosa sarebbe successo. Continua a leggere

Quando il Liebster chiama Conny’s Kreations risponde!

Sapete cos’è il premio Liebster (pron. Libstà dal tedesco)? E’ un premio che viene dato a dei blog che ci piacciono (se volete approfondire consiglio il post di Wanderlust Italia) e che seguiamo. Infatti la parola Liebster significa appunto “amato”! Sono quindi stata molto felice quando sono stata nominata da Megalis, soprattutto perché lei scrive, e parla di scrittura nel suo blog. Capirete che per me, che zappo la tastiera, è stato molto gratificante.  Continua a leggere

Ascoltati per tornare a splendere. Prenditi una vacanza dal mondo.

La scorsa settimana vi ho parlato della Pulizia della propria Immagine, di come fare un periodo di “riposo” dal Noi Stessi, inteso come immagine che abbiamo di noi e che diamo al mondo, per far uscire un po’ del nostro Se autentico.

Un’altra cosa che disturba molto la nostra capacità di ascoltarci, di capire quali sono i nostri veri desideri, i nostri veri pensieri, da quello che viene da fuori di noi è ovviamente il mondo che ci circonda. Continua a leggere

La Parola dell’Anno

Cari amici, dopo l’invasione di post di dicembre ho voluto darvi e prendermi un periodo di rilassante silenzio mediatico. Nel frattempo mi sono presa un paio di virus e scartato tanti regali, sgarrato alla dieta e riposato. Tra i miei programmi, appena avessi finito i post dell’Avvento, c’era una full immersion nella programmazione per il 2017 ma ….. Continua a leggere