Arriva a Roma l’ #EITcraftivisme l’ #handmaderevolution

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Turista giapponese alla Fontana del Moro a Piazza Navona, guarda incuriosita il nostro banner

Ciao ragazzi, oggi ora legale e io sono morta, ma non tanto per il cambio di orario quanto per la giornata di ieri.

Cerchiamo incentivi per coinvolgere il fachiro

Cerchiamo incentivi per coinvolgere il fachiro

Il mese di marzo era dedicato al craftivism su Etsy e in tutto il mondo c’erano stati eventi, già solo in Italia tra ieri e oggi ce n’erano diversi; io, Paola e Isabella ieri abbiamo girato tutto il centro di Roma riempiendo la città e i luoghi più famosi dei nostri banner. A Piazza Navona abbiamo taggato le Fontane nei punti più fotografati dai turisti, e anche alcuni artisti di strada si sono prestati a fare da testimonial.

Affiggiamo il banner segnalibro takeaway nella Libreria Spagnola

Affiggiamo il banner segnalibro takeaway nella Libreria Spagnola

La famosa Libreria Spagnola ha aderito facendoci affiggere sulla sua vetrina un banner segnalibro takeaway con gli ashtag dell’evento.

Da lì siamo andati nell’affollata Campo de’ Fiori e a Piazza Farnese, dopo esserci rifocillate sotto le mura franco italiane e aver taggato le monumentali fontane con i banner origami di Paola (delle stelline tridimensionali deliziose!) siamo ripartiti alla volta di Piazza Torre Argentina. Abbiamo unito i nostri banner allo stuolo di annunci che tappezzano la fermata di fronte alla Libreria Feltrinelli e abbiamo reso onore al luogo dove Cesare venne accoltellato (Isa conosceva il punto preciso) affiggendo altri banner.

" Te legi, ciapa qui. Ora io te l'appiccico dietro ma tu fai il vago!"

” Te legi, ciapa qui. Ora io te l’appiccico dietro ma tu fai il vago!”

Subito di volata a Piazza della Rotonda dove lungo la strada abbiamo salutato l’impertinente elefantino berniniano e schivando orde di turisti abbiamo taggato una carrozzella, il vetturino era impegnato al cellulare e dopo aver scambiato due parole col cavallo Isabella, sprezzante del pericolo, si è appropinquata furtivamente e ha affisso il gagliardetto, mentre io e Paola eravamo pronte alla fuga.

Missione compiuta! VIAAAA!

Missione compiuta! VIAAAA!

Scampato il pericolo ci siamo incamminate per raggiungere i nostri amici maker al Tempio di Adriano, che l’handmade revolution sia completa, c’era l’Arduino Day e Stefano (presidente dei Roma Makers) ha sposato la nostra causa indossando un nostro banner che recitava “IO FACCIO LE COSE” e spiegandoci come programmare un led da usare come lampeggiante per la bicicletta. All’uscita abbiamo affisso anche sulle inferriate del tempio storico uno dei nostri banner, eludendo la sorveglianza del luogo.

5c2f3fa8b75411e3a1ab0af82f025223_8

All’interno della Galleria Alberto Sordi

Compiuto anche questo eroico atto di propaganda ci siamo mosse verso la zona del commercio, attraversata via del Corso abbiamo varcato le porte della Galleria Alberto Sordi per affiggere in ogni luogo il nostro messaggio a favore dell’artigianato, anche di fronte al nostro più acerrimo nemico, ZARA.

La via del ritorno è stata più mesta, pentite (ma neanche tanto) del nostro ardire abbiamo percorso i luoghi della fede che si allineano a quelli del potere e costeggiando Senato, Camera e quant’altro abbiamo taggato i pressi di San’Ignazio, San Luigi dei Francesi e Sant’Agostino (le chiese).

1538789_10152034768411725_1318353577_nNostre fedeli osservatrici le biciclette, che hanno segnato i luoghi più indicati per legare le nostre bandiere fino a giungere al luogo principe della denuncia della verità, la mitologica statua di Pasquino.1978729_10152034769186725_114049497_n

 

Sulla via del ritorno ognuna di noi ha affisso l’ultimo banner io sono andata in una piccola ma bellissima libreria dove ho lasciato il secondo banner segnalibro takeaway fatto da mio nipote.

Oggi io mi rilasso ma altre artigiane continuano il Craftivism ad Arezzo. 

Al Parco di Arrezzo e poi in giro per la città

Al Parco di Arezzo e poi in giro per la città

 

 

Annunci

Orecchini senape – Mustard earrings

Ebbene si io sono stressata, soffro di sdoppiamenti della personalità e solo questi orecchini mi ricordano che io sono io.

Vi propongo questi orecchini fatti con materiale riciclato, bottiglie di plastica, carta di giornale e confezioni di biscotti, colorati in giallo senape con pittura a tempera. Disegno originale Conny’s Re-Kreations e fatti a mano.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

Well yes I’m stressed, I suffer of split personality   and only these earrings remind me of who I am.

I propose you this earrings made with recycled materials, plastic bottle, nespaper and cookies packaging, coloured with yellow mustard tempera paint. Original design Conny’s Re-Kreations and hand made. 

Novità per Conny’s Kreations

Salve gente,

un breve comunicato stampa per informarvi che da ieri su Etsy c’è un nuovo shop di Conny’s Kreations. Si dedicherà esclusivamente al riciclo e al recupero e quindi è stato chiamato Conny’s Re-Kreations, sarà seguito dalla mia assistente, è un po’ svanita e temo che invece di aiutarmi mi creerà problemi ma come potrete sicuramente capire dalle immagini è un caso umano e per ora non ho cuore di dirle nulla, staremo a vedere. Inoltre ha un tremendo accento burino, credo sia delle parti della Ciociaria, però pare che ai clienti piaccia. I pregi sono  che è un’anima semplice e apprezza il prodotto per cui lo promuove calorosamente, come potete vedere indossa sempre qualcosa della collezione.

Il nuovo shop è work in progress e quindi per ora ha pochi articoli ma sapete che potete sempre contattarmi per informazioni e personalizzazioni.

A presto

Conny

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Hi folks,

a short press release to inform you that since yesterday there is a new Conny’s Kreations shop on Etsy . He will be dedicated to the recycling and reuse alternative and then was called Conny’s Re-Kreations and it will be followed by my assistant. She is a bit faded away and I fear that instead of helping me will create problems but as you can certainly understand from the images is a human case and just for now I do not have the heart to tell her anything. We’ll see! It also has a tremendous language hick, I think she’s fromthe Ciociaria’s area, however, seems that customers like she. She has the advantage of being a simple soul and appreciate the product, for which it promotes warmly, as you can see she always wears something from the collection.

The new shop is a work in progress and therefore now has a few items but you know that you can always contact me for information and customizations.

At soon

Conny

 

 

Galleria

Come ti sveglio il grigio!

Ciao a tutti. Non pretendo di essere un’icona di stile, ma lavoro col colore e quindi un po’ di pratica l’ho fatta. Non sono una silfide e quindi tendo a vestire con linee semplici (a volte noiose) per questo cerco sempre di trovare accessori che ravvivino il look.

Quest’anno all’inizio della stagione invernale, al cambi dell’armadio mi sono depressa ritrovando tanti capi scuri, nero, marrone e grigio. Anche le cose colorate avevano toni smorzati e quindi, non volendo assolutamente arrendermi all’inverno ho deciso che avrei indossato il giallo! Si il giallo! Ma con cosa? E come? mi direte voi.

collana gialla

GRIGIO+GIALLO
assolutamente allegro e di impatto, quasi sportivo!

Beh un’ottima opzione è il grigio! Colore non colore che si presta a tanti abbinamenti interessanti. Ve ne propongo qualcuno, da sposare anche in primavera con toni pastello.

il_570xN.522073973_sen6

Borsa in feltro grigio con paracord Giallo fluo

il_570xN.548300191_36wa

GRIGIO + ARANCIO
colore difficile da portare l’arancio diventa molto sofisticato insieme al grigio.

il_570xN.359632015_4jak

Bellissima collana realizzata con filato arancio e poi intrecciata

il_570xN.497516710_tvli

GRIGIO+ROSA dai rosa tenui ai fucsia tutte le tonalità si posano perfettamente col grigio

il_570xN.386430371_7gux

Sciarpa infinita, da indossare come collana o scaldacollo.

il_570xN.466066939_5pnn

Rubata dall’armadio di lui, sexy e professionale la cravatta di filato

il_570xN.385980328_kk6r

GRIGIO+ROSSO
un grande classico che non ha bisogno di presentazioni

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

il_570xN.565956844_7wny

GRIGIO+TURCHESE
perfino il grigio accanto al turchese si illumina

il_570xN.387035185_g90f

Perfetto per una serata elegante, o per rendere speciale un outfit troppo serio

Gemelli verde lime – Green lime cufflinks

Questi bellissimi gemelli da uomo, sono perfetti per chi vuole dare un tocco di eleganza ma essere originale. La linea è assolutamente essenziale mentre il verde lime dà quel tocco di originalità e freschezza, adatti per un look estivo o diurno. Solo per veri fashion victim.

Altre informazioni e foto qui: https://www.etsy.com/listing/180499241

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

These beautiful cufflinks for men are perfect for those who want to give a touch of elegance but be original. The line is absolutely essential while the lime green gives a touch of originality and freshness, suitable for daytime or a summer look. Only for true trendsetters.

More info and photo here: https://www.etsy.com/listing/180499241

Bracciale arancione – Tangerine bracelet

Bracciale unisex, realizzato con la tecnica Tiffany e montato su vera pelle italiana marrone. La lastra è di un vetro sfumato tangerine adatto per la bella stagione che si avvicina. Grazie ai due bottoni si può regolare la larghezza.
Montatura in rame, stagno e argento. Fatto a mano artigianalmente con tecnica Tiffany.
Disegno originale Conny’s Kreations.

Qui: https://www.etsy.com/listing/180042166/glass-bracelet-unisex-tangerine-and?ref=shop_home_active_2&langid_override=7

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Unisex bracelet, made ​​with the technique Tiffany and mounted on brown genuine Italian leather. The sheet is a tangerine gradient glass suitable for the summer season that comes close. You can adjust the circumference thanks to the two press studs
Frame copper, tin and silver. Hand made, craft technique with Tiffany, original design by Connys Kreations.

Here: https://www.etsy.com/listing/180042166/glass-bracelet-unisex-tangerine-and?ref=shop_home_active_2&langid_override=7

Commenti sull’Hobbyshow

imagesIeri sono andata a vedere l’HobbyShow alla Nuova Fiera di Roma, ingresso 12 euro (per fortuna mi avevano dato biglietto omaggio), parcheggio a pagamento (se volete rimanere relativamente vicini), 91 espositori all’interno.

Diciamo che la Nuova Fiera di Roma già di per se meriterebbe un post a parte, ma in quel capannone opprimente dove si svolgeva la manifestazione non c’è stato quasi nulla che mi è piaciuto!

Premetto che non l’avevo mai visto e quindi forse le mie aspettative erano un po’ alte, ma caspita in una manifestazione che deve svegliare la creatività forse ci voleva qualcosa di nuovo.

I vari stand avevano più o meno tutti gli stessi prodotti, prevalentemente dedicati all’hobbistica  femminile, quelli dei tessili tutti con le stesse fantasie, quelli dedicati al cake design con sfilze di stampi in silicone e accessori analoghi (forse sono un po’ insofferente dai vari programmi dedicati al cake design che invadono la televisione) e poi gli articoli da belle arti, ogni stand aveva gli stessi del negozio accanto e del negozio dove lavora mia sorella!
Insomma io se vado in una manifestazione del genere voglio vedere delle novità.
Per loro fortuna le persone sciamavano intorno e si fermavano sui tavolini allestiti nei vari stand per provare le varie tecniche che proponevano, ma basta aprire un tutorial su Youtube o navigare in rete per trovare mille cose più interessanti e innovative.
1959266_10203295443616418_1231423946_nCosa mi è piaciuto? Gli stand indipendenti, alcuni sparuti artigiani che proponevano i loro prodotti finiti, e gli stand associazionisti, come l’ADMI e ARTISTE DI MESTIERE, la prima è l’acronimo di Associazione Dolls House e Miniature Italiane , dove le socie presentavano alcune deliziose miniature realizzate dai loro membri ed era possibile partecipare a dei workshop per imparare i rudimenti della miniatura. Nel secondo stand regnava il vetro, la tecnica Tiffany applicata, pinze, saldatori, e migliaia di pezzi di vetro artistico a disposizione di chi voleva cimentarsi nella realizzazione di piccoli oggetti e bijoux.

I pochi maschietti presenti orbitavano intorno allo stand dell’Associazione Italiana Aerografisti, che era sommersa dalle domande dei curiosi e che aveva allestito uno stand molto simile ad un’officina con parti di auto pronte da decorare dal vivo, e poi c’era il banco da lavoro di Cominter che con tre semplici attrezzi mai visti prima, faceva esibizioni paragonabili a quelle della famosa Vanna Marchi.

http://www.cominter-dinosaure.com/it/videos-it
downloadUna grande novità invece è stata la presenza di Dawanda in occasione della sua apertura in Italia. Cos’è Dawanda? Dawanda è una piattaforma europea di vendita on line per artigiani che segue, insieme ad altre che stanno aprendo sul web un po’ ovunque, la scia di Esty . Ho trovato molto intelligente che un’azienda di questo tipo andasse lì dove c’è la sua potenziale clientela, cosa che non hanno fatto altri. Trovo che conoscere di persona l’azienda aiuti sia i venditori che gli acquirenti, e un feedback diretto su quello che va e che non va è un’occasione che le aziende del settore che non erano lì hanno perso.