Ascoltati per tornare a splendere. Prenditi una vacanza dal mondo.

La scorsa settimana vi ho parlato della Pulizia della propria Immagine, di come fare un periodo di “riposo” dal Noi Stessi, inteso come immagine che abbiamo di noi e che diamo al mondo, per far uscire un po’ del nostro Se autentico.

Un’altra cosa che disturba molto la nostra capacità di ascoltarci, di capire quali sono i nostri veri desideri, i nostri veri pensieri, da quello che viene da fuori di noi è ovviamente il mondo che ci circonda.

Siamo letteralmente sommersi da talmente tanti input (informazioni/segnali in entrata) che gli output (informazioni/segnali in uscita) spesso non riescono a passare o passano male, incompleti, errati e distorti. Questo ovviamente ci sovraccarica e non ci fa più capire e sentire quello che invece viene da dentro di noi. Già infatti, dentro di noi c’è un essere, il nostro SE più profondo che cerca disperatamente di dare una suo opinione senza riuscire a farsi sentire.

Vederci some siamo, aiuta a ricordarci più spesso di ascoltare la nostra vocina interiore.

La Pulizia della propria Immagine è un metodo, molto semplice per “pulire” l’antenna di ricezione e rivolgerla più verso l’interno che verso l’esterno. Vederci some siamo, aiuta a ricordarci più spesso di ascoltare la nostra vocina interiore.

Per aiutarla ancora di più possiamo cercare di diminuire l’accesso delle informazioni esterne applicando dei semplici comportamenti “virtuosi”.

1) Niente tv, radio, internet, telegiornali e opinioni di chiunque, ovunque e su qualunque cosa. Siamo diventati esperti de “la qualunque”!

2) No shopping, compriamo solo l’essenziale, quindi fondamentalmente cibo. Approfittiamo di questo tempo libero che stiamo recuperando per consumalo sano e fresco, comprato e cucinato quotidianamente;

3) Anche sulle letture mi limiterei, al limite su cose che possono farci riflettere piuttosto che darci nozioni o informazioni (quindi niente quotidiani,  manuali o corsi);

4) In tutto questo inutile tempo libero potreste fare delle belle passeggiate in mezzo alla natura e respirare abbondantemente, fare progetti, fantasticare, sognare ascoltando voi stessi e i vostri desideri profondi. Da quanto tempo non lo fate?

5) No al rumore! In città è praticamente impossibile non essere sommersi dal rumore, ma se potete limitate i rumori che fate e cercate dei posti tranquilli dove rifugiarvi (nel parco ad esempio);

6) Blocco e penna. Portate sempre con voi qualcosa per prendere appunti, vedrete che quando avrete limitato le interferenze dall’esterno vi arriveranno dei messaggi dall’interno. Siccome sono molto importanti è bene che li appuntiate. Potrebbero arrivarvi idee nuove e progetti inaspettati per il futuro, tipo fuggire in un’isola deserta.

Mi rendo conto che questa cosa diventa quasi impossibile per molti di noi (me compresa) che usano il computer e la tecnologia per lavorare. Ecco allora limitiamo l’uso al lavoro. Stacchiamo dai social, disattiviamo le notifiche che non sono indispensabili, riduciamo tutto quello che possiamo. Facciamo una prova per una settimana e vediamo che succede. Se non vi ho convinti, spero almeno di avervi messo una pulce nell’orecchio (ecco l’ennesimo input non richiesto!) e magari applicherete solo alcuni di questi spunti all’inizio e poi piano piano li integrerete con altri.

Voi come fate di solito per staccare e ascoltare la vostra vocina interiore?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...