Matrioske – seconda parte.

Bene amici eccoci al secondo post in cui vi come ho realizzato le mie Matrioske, se vi siete persi il primo andate a leggerlo qui e poi tornate.

….il mio problema fondamentale era quello di dare un volto alle Matrioske. 

Continua a leggere

Etsy Meets Italy

cof

Che giornata ragazzi?
Davvero non so da dove cominciare.

Sabato c’è stato l’Etsy Meets Italy edizione romana e io non solo vi ho partecipato ma ho anche parlato ai partecipanti. Ammetto che, prima dell’estate, quando Siska (il neo Capitano del team) mi aveva chiesto di parlare insieme a lei dell’EIT (Etsy Italia Team) avevo accettato con tranquillità. Nei mesi successivi la cosa era stata messa in un angolino della mia mente per far spazio alle vacanze, ai progetti vecchi da finire e a quelli nuovi da iniziare, al rientro al lavoro, ai problemi familiari eccc… Insomma era li, lo sapevo ma non me ne stavo preoccupando molto.

A settembre è arrivato il momento di preparare quello che dovevamo dire, e questa invece era una grossa novità per me; in genere quando parlo di quello che faccio, del team e di Etsy vado a braccio . Qui invece dovevo dare coerenza e un filo logico a quattro anni di vita nell’Etsy Italia Team.
Fortuna che c’è chi ci ha dato una grossa mano (Grazie Fran grazie Giada!) e quindi alla fine siamo arrivate al grande giorno belle pronte, pompate ed emozionate.

dig

L’emozione per quel che mi riguarda era soprattutto legata al fatto di rivedere tante amiche tutte insieme dopo tanto tempo che non ci si incontrava di persona, dal fatto di vederne alcune per la prima volta e di stare tutte insieme per un evento così importante.
Due giorni prima c’era stato lo stesso evento a Milano, arrivavano gli echi di cosa era successo, di come era stato, le emozioni dei partecipanti, l’energia, la gioia, l’entusiasmo e noi ci caricavamo di aspettative, davvero l’aria era elettrica sia nei forum che sul web.
Finalmente giunge il momento, siamo li, arriviamo a gruppetti o alla spicciolata, ci guardiamo, ci mettiamo a fuoco e poi scatta l’abbraccio, il saluto, la chiacchiera a ruota o il silenzio imbarazzato. Scopriamo accenti, dialetti, toni di voce pacati o trilli entusiasti che il web non riesce a mandare sui post scritti.
Ci accolgono Fran (ex Captain del team), Siska (anche lei Francesca, e nuovo Capitano), Eleonora di ALM (A Little Market), Anna e un’altra Francesca (Admin di Etsy UK).

Io e Siska subito iniziamo a parlare, continuando il discorso portato avanti fino a poche ore prima via email ci siamo appena conosciute ma è come se ci conoscessimo da una vita. Siska è una bomba, lo sapevo, me l’aspettavo ma non fino a questo punto. Ha una carica incredibile, parla, parla è emozionata ma sicura.

 

cof

Inizia l’evento, Francesca (Admin) inizia parlando di Etsy e andando subito sul tecnico con spiegazioni su foto, SEO, branding, target, tutti termini che molti di noi conoscono, alcune cose sono nuove, alcune le sapevamo ma non le ricordavamo (un ripasso fa sempre bene!) e arriviamo al break.
Dopo esserci rifocillate, esserci salutate con alcune arrivate a meeting iniziato e aver ripreso fiato tocca a me e Siska.

Lo ammetto! Abbiamo un po’ perso il filo di quello che avevamo scritto ci siamo fatte prendere dall’entusiasmo ma la sostanza resta quella.

Che cos’è Etsy per noi, le nostre esperienze molto diverse che ci hanno portato fino a qui (ma stranamente abbiamo frequentato lo stesso Liceo a 3 anni di distanza l’una dall’altra) cosa è l’EIT, come è nato, cosa ci ha dato e cosa abbiamo dato noi al team.
Insomma io finisco con la gola riarsa, circondata da persone che mi fanno altre domande, molto tecniche e a cui non posso che rispondere ” Nel forum del team c’è tutto quello che mi stai chiedendo!” ” Se hai bisogno di aiuto iscriviti ad un team!”.

Alla fine rimaniamo noi eittine, ancora con la voglia di chiacchierare di condividere, di osservarci meglio, valutiamo cosa è stato detto, gli interventi fatti alla fine dei talk, valutando il lavoro che c’è ancora da fare e i progressi fatti. Ci promettiamo di vederci presto sapendo che gli impegni quotidiani rendono difficile incontrarsi anche se si vive nella stessa città.

sdr

Poi….andiamo nel forum del team e continuiamo il discorso…

La collezione Giapponese. Come è nata.

Cari amici,  concludo con questo post il ciclo della “Collezione Giapponese” di cui ho abbondantemente parlato in passato nei vari post (qui i primi cenni)  ma di cui non ho mai raccontato l’intera storia.
Dopo aver visto le foto bellissime di Marino Festuccia e aver pubblicato tutte le inserzioni nel mio shop riavvolgo il nastro a qualche mese fa, per ripercorrere la realizzazione di questi pochi pezzi.IMG_2768

Il tutto è iniziato con un pezzo di tessuto grande quanto un fazzolettino che rappresentava un giardino giapponese con una casa tradizionale e al centro una donna in abiti sontuosi e lunghi capelli scuri. Il tessuto mi era stato regalato molto tempo fa da una amica artigiana che conserva tutto con lo scopo di riusarlo appena capita l’occasione (piccola curiosità, insieme a quello ricevetti anche un tessuto giallo e nero psichedelico! ricorda nulla?) .

donnaInsomma appena me lo diede mi innamorai e decisi che ci avrei fatto qualcosa di davvero speciale. Intanto, non so bene perché cercai l’ideogramma “donna” su internet per cercare un’ispirazione grafica. Miracolosamente era estremamente semplice e quindi forse potevo davvero usarlo
per realizzare qualcosa.

Quindi il primo pezzo, nonché il più importante, era già nella mia testa, un medaglione a due facce con da un lato la donna e dall’altro la parola in giapponese che la definiva.  Il secondo ciondolo, un po’ a compensare la ricchezza di linee e colori dell’altro ha un disegno molto semplice e colori rilassanti. A quel punto il resto è venuto un po’ da sé, mi sono fatta guidare molto dai colori, le forme semplici, visto che il tessuto era molto decorato, che si rifacevano al cerchio._MG_6226-collage

Altra caratteristica che volevo avessero i miei gioielli era quella di poter essere indossati e interpretati dalle mie clienti in vari modi e che fossero abbinabili tra loro, quindi li realizzai quasi tutti double face e in più gli orecchini li feci tutti di colori diversi.

Dopo averla terminata si ruppe la macchina fotografica e questo mi costrinse ad attendere a rendere pubblica la collezione. Nella ricerca della macchina fotografica chiesi aiuto a Marino Festuccia, un amico fotografo che un giorno spiegandomi le varie funzioni della neo acquistata mi propose il servizio per questi gioielli, di cui gli avevo fatto vedere alcuni pezzi.

Dal dire al fare però ci furono le vacanze e la Maker Faire, e proprio quella alla fine ci costrinse a stringere i tempi, perchè durante la fiera, tramite un passaparola fotografico trovai una mamma per il ciondolo “Donna”, così per poter immortalare la collezione intera prima di consegnarlo alla nuova proprietaria, organizzammo tutto in meno di una settimana e il resto è sotto i vostri occhi e nei post precedenti.

Ora se vi va potete andare nel mio shop per vedere tutti i dettagli della collezione e magari dirmi cosa ne pensate, come l’avreste fatta voi, come la indossereste, a cosa vi fa pensare, intanto qui sotto vi do un’anteprima.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La collezione Giapponese

_MG_6182
Cari amici, come avevo anticipato nell’ultimo post la lista delle cose che avrei da fare è davvero lunga ma finalmente posso depennare una voce dall’elenco.
Finalmente posso presentarvi la mia collezione Giapponese.
Ne ho dato alcune anteprime già in passato, anche perché l’ho realizzata diversi mesi fa ma poi gli altri impegni mi hanno obbligato a rimandare l’inserzione degli articoli nel mio negozio on line.
Finalmente invece ora ho tempo per fare le inserzioni, ho le foto bellissime di Marino Festuccia fatte allo Studio Cromosoma (grazie! grazie! grazie!) ed è tutto pronto per farvi avere il pezzo che preferite, ma sbrigatevi perchè vanno a ruba._MG_6090

Quindi seguitemi sui miei social, pubblicherò nei prossimi giorni varie foto della collezione e man mano li troverete nel mio shop on line, vi ricordo che sono pezzi unici, e sulla mia pagina Facebook (sulla quale vi invito a cliccare MI PIACE per rimanere sempre aggiornati) potrete avere anche tante informazioni utili sul Giappone e la sua cultura.
Tra l’altro quest’anno è l’anniversario dei 150 anni di amicizia dell’Italia col Giappone e quindi approfittate dei miei gioielli e dei tanti eventi che sono stati organizzati per immergervi in questa atmosfera giapponese. _MG_6093

Novità post vacanze!

OLYMPUS DIGITAL CAMERACiao ragazzi, tornata dal paesello, dopo una bella pausa creativa, al mio ritorno sto cercando di riprendere in mano alcuni progetti che avevo accantonato prima di partire.

Mi sono goduta le brevi vacanze e mi sono dedicata al fai da te, come forma di relax piuttosto che come lavoro. Il risultato un balcone quasi completamente rinnovato e mente libera di dare spazio a nuove idee.OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Oggi ho terminato una delle mie fatiche, un progetto buttato giù prima di partire ma a cui non riuscivo a dare corpo, troppa stanchezza accumulata. Lo stacco è stato risolutivo e in pochi giorni mi sono messa all’opera, nonostante le zanzare fameliche mi abbiano massacrato e ho finalmente finito.OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho trovato varie difficoltà, e il risultato è stato lievemente diverso da come mi aspettavo, ma nei miei lavori questo capita più spesso di quanto sembri, ma la parte interessante è anche risolvere problemi in corso d’opera usando soluzioni creative.

Lo so volete sapere di cosa sto farneticando ma per ora dovete accontentarvi di queste foto della lavorazione. OLYMPUS DIGITAL CAMERA